Memorie metropolitane

A Parigi l'edificio di Seban, Douillet e Mauplot, racchiude in un doppio involucro vetrato la Mediateca Marguerite Yourcenar in spazi totalmente accessibili.

Sette piani, di cui quattro aperti al pubblico, per consentire ai cittadini del XV arrondissement - e non solo - di consultare gli oltre 100.000 documenti (libri, narrativa per ragazzi, cd musicali, film su DVD, fumetti e testate giornalistiche) custoditi nella mediateca intitolata a Marguerite Yourcenar: l'inaugurazione ufficiale, svoltasi lo scorso 14 febbraio (batiactu.com), ha idealmente concluso la fase di realizzazione dell'opera, che ha richiesto - come si apprende dal sito del Municipio di Parigi (paris.fr) - un investimento complessivo di 17 milioni di euro, di cui 3 solo per la parte impiantistica.

Il progetto architettonico, sviluppato da Babel, lo studio di Michel Seban, Elisabeth Douillet e Bernard Mauplot, ha privilegiato l'apertura degli spazi interni, in un'ottica di totale accessibilità. La disponibilità di specifici supporti per il computer - programmi di trascrizione automatica, sintesi vocale, scanner -  e di testi con caratteri grandi, per agevolare la fruizione dei materiali da parte di persone con deficit visivo, è integrata da guide tattili sui pavimenti e, soprattutto, dall'assenza di pilastri e divisori.

Attraverso la facciata a doppio strato, con intercapedine di 80 cm tra i due vetri (bbf.enssib.fr), la struttura enfatizza la trasparenza e la luminosità, ma  esprime anche la volontà di  creare un guscio protettivo in grado di evitare gli sbalzi termici e i rumori della strada. L'atrio, che  ospita i servizi di accoglienza e comprende aree destinate a mostre temporanee, segna anche la transizione dal contesto urbano alle sale interne: una funzione riferibile anche al giardino alberato sul retro dell'edificio, "un piccolo teatro verde..." che "ci fa desiderare di trovarci a leggere immersi nella luce del sole..." (batiactu.com).  

La mediateca, dotata di una rete senza fili per la navigazione gratuita su Internet, dispone di 140 postazioni multimediali e di una consistente sezione, sia cartacea che sonora, per l'autoapprendimento delle lingue (inglese, arabo, cinese, italiano, portoghese, spagnolo e francese per stranieri).

La Mediatheque Marguerite Yourcenar (immagine su archiguide.free.fr)

Filmato (dailymotion.alice.it)

Galleria di immagini (batiactu.com)

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito