Una copertura per la cattedrale

risultato concorso

Il progetto del gruppo dell'arch. Giulio Forte vince il concorso internazionale di idee per la riconfigurazione spaziale della Cattedrale del Castello Aragonese di Ischia.

Un grande piano rettangolare di 27x16 metri, posto a 10 metri di altezza dall'attuale pavimento della Cattedrale del Castello Aragonese di Ischia, costituito da un insieme di lastre lignee orizzontali di forma triangolare, variamente inclinate e raccordate tra loro. Così sarà la nuova copertura della Cattedrale dell'Assunta, secondo il progetto elaborato dall'architetto Giulio Forte di Roma, vincitore del Concorso internazionale di idee per la riconfigurazione spaziale della Cattedrale del Castello Aragonese di Ischia.

Il concorso, bandito dall'IsAM-Istituto per l'Architettura Mediterranea presieduto da Antonello Monaco, ha consentito di individuare soluzioni innovative ai problemi di conservazione e fruibilità dello spazio dell'antica Cattedrale del Castello e, allo stesso tempo, di dare modo all'attuale momento storico di istituire un rapporto diretto e produttivo con il passato. Architettura moderna e testimonianze storiche hanno ricercato, nelle diverse proposte elaborate per il concorso, una sintesi capace di indicare nuovi modi di coniugare il necessario rispetto del tempo passato con l'attenzione alle legittime esigenze del tempo presente.

L'esposizione degli 80 progetti presentati, provenienti da ben 7 paesi (Spagna, Portogallo, Grecia, Francia, Germania, Svizzera e Italia), è stata inaugurata proprio negli spazi del Castello Aragonese di Ischia, all'interno dell'14° Incontro Ischitano di Architettura Mediterranea incentrato, per l'appunto, sui risultati e sulle tematiche promosse dal concorso di progettazione.

Durante manifestazione è stato premiato il progetto vincitore e i progetti secondo e terzo classificati, redatti rispettivamente dagli architetti Stefania Franceschi di Livorno e Leonardo Paiella di Roma.

Questi ultimi hanno fornito delle soluzioni differenziate al tema di concorso: Stefania Franceschi proponendo la riconfigurazione dell'ipotetico invaso spaziale della antica Cattedrale con un “guscio” di liste in legno lamellare che scandisce il nuovo involucro della fabbrica; Leonardo Paiella mediante l'utilizzo di una doppia membratura in ottone, sostenuta da un telaio metallico interno, che allude alla ricostituzione dell'originario volume della Cattedrale.

+ info: www.isamweb.eu/concorso_risultati.aspx


PROGETTI PREMIATI:

PRIMO PREMIO
- PIANI
Capogruppo: Arch. Giulio Forte.
Componenti del gruppo: Arch. Elisabetta Avallone; Arch. Gabriella Colucci; Arch. Simone Orsi; Arch. Andrea Sciolari.
Consulenti: Arch. Giovanni Carbonara; Ing. Marco Musmeci; Arch. Paolo Rosa.

SECONDO PREMIO
- STELE
Capogruppo: Arch. Stefania Franceschi.
Componenti del gruppo: Arch. Leonardo Germani; Arch. Angelo Ruocco.
Collaboratori: Francesco D'Oriano; Stefano Salesi; Davide Testa; Laura Cardamone; Andrea Marchi.

TERZO PREMIO
- INSOL
Capogruppo: Arch. Leonardo Paiella.
Componenti del gruppo: Arch. Pedro Ferreira da Silva Teixeira de Melo; Arch. Monica Ravazzolo; Arch. Chiara Sebastiana Maria Ternullo.
Consulenti: Ing. Joào Paulo Goncalves Silva Cardoso.


PROGETTI MENZIONATI:

- MASK1
Capogruppo: Arch. María González García.
Componenti del gruppo: Arch. Juan José Lòpez De La Cruz.

- PIANO
Capogruppo: Arch. Stefano Seneca.
Consulenti: Ing. Fabio Sibaud.
Collaboratori: Arch.Marco Prestini; Mattia Ronchetti.

- SCENA
Capogruppo: Arch. Filomena Cicala.
Componenti del gruppo: Atsushi Veno.

- THEKE
Capogruppo: Arch. Patrizia Pisaniello.
Componenti del gruppo: Arch. Saverio Piasaniello.
Collaboratori: Niccolò Galli.

- VERGO
Capogruppo: Arch. Anita Cova.
Componenti del gruppo: Laura Putia; Chiara Gramaccioni; Arcangelo Franco; Giovanni Comi.

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito