Ex-Cave: un concorso di idee per la riqualificazione del territorio modenese

comunicato stampa

La Provincia di Modena ha ospitato la prima seduta della Commissione esaminatrice dei progetti. Al concorso hanno partecipato 24 progettisti italiani e stranieri.

Modena, 10 dicembre 2009. Si è svolta ieri mattina in Provincia la prima seduta della Commissione esaminatrice dei progetti iscritti al Concorso di idee Ex-Cave, iniziativa promossa dall'omonimo Comitato, espressione di Confapi pmi-Collegio Imprenditori Edili, Ance, Cna e Legacoop-Cooperative dei Servizi di Modena.
 
Il concorso - patrocinato dall'Ordine degli Architetti di Modena e dall'Ordine dei Geologi dell'Emilia-Romagna - ha coinvolto architetti, geologi, ingegneri professionisti e studenti delle facoltà di Architettura, Ingegneria e Geologia. Obiettivo dell'iniziativa la progettazione preliminare per il ripristino di siti estrattivi dismessi relativi alle aree indicate dal PIAE - Piano Infraregionale delle Attività Estrattive della provincia di Modena. Al concorso hanno partecipato 24 progettisti italiani e stranieri (Francia e Spagna). Un importante successo per l'iniziativa – a livello nazionale prima nel suo genere – che ieri ha avviato il percorso di valutazione degli elaborati che condurrà alla proclamazione dei progetti vincitori nel prossimo mese di gennaio, con l'assegnazione - ai 5 professionisti finalisti - di un premio in denaro e con l'allestimento di una mostra di tutti gli elaborati classificati.
 
Nominati membri della Commissione otto tecnici professionisti: Alessandro Annovi, responsabile del Servizio Risorse e Territorio del Comune di Modena, l'architetto Massimo Calzolari, i geologi Andrea Dolcini e Alessandro Maccaferri (delegato dall'Ordine dei Geologi dell'Emilia-Romagna), il dottor Giorgio Neri di Ambiter, l'ingegner Adelio Pagotto e Alberto Pedrazzi, dirigente del Servizio Risorse del Territorio e Impatto Ambientale della Provincia di Modena. Presidente della Commissione è stata nominata l'architetto Caterina Boldrini, delegato dell'Ordine degli Architetti di Modena.
 
«L'analisi delle 24 proposte tecniche presentate al concorso e relative alle aree indicate dal Piano delle attività estrattive - sottolinea l'assessore all'Ambiente della Provincia di Modena Stefano Vaccari che ha aperto i lavori della Commissione - consentirà di ripensare i ripristini dopo le escavazioni attraverso un confronto con esperienze innovative. L'obiettivo non è solo la riqualificazione ambientale ma anche l'utilizzo di quei terreni per funzioni sociali».
 
L'idea del concorso di idee vuole infatti dare nuovo impulso al tema della riqualificazione, coinvolgendo professionisti e studenti universitari in un progetto che guarda alle attività estrattive come un'opportunità per il territorio, sia in termini di produttività che di sviluppo collettivo. E proprio nell'ottica di un percorso di riflessione condiviso sul ripristino delle cave si colloca il Progetto Ex-Cave che, da oltre un anno, attraverso molteplici attività si pone l'obiettivo di offrire ad istituzioni, studiosi, operatori economici e cittadini un'opportunità di conoscenza e confronto in materia di politiche di trasformazione e qualificazione del territorio.
 
***

Ex-Cave è un progetto di ricerca sui paesaggi industriali e sulle cave promosso dalle associazioni economiche di Modena (Confapi pmi-Collegio Imprenditori Edili, Ance, Cna, Legacoop-Cooperative dei Servizi) con il patrocinio delle istituzioni locali (Comune di Modena, Provincia di Modena, Regione Emilia-Romagna). Scopo del progetto è quello di coinvolgere amministratori, progettisti, studiosi, operatori economici e cittadini in un percorso di riflessione che, prendendo a riferimento le esperienze più evolute compiute in ambito europeo, possa offrire a tutti i soggetti interessati un'opportunità di conoscenza e confronto in materia di politiche di trasformazione del territorio.


Correlazioni su p+A

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito