Padiglione francese a Expo 2015: legno e geometria complessa

La Francia svela il suo Padiglione: una struttura bioclimatica in legno, dalla geometria estremamente complessa. 3,6mila metri quadri di superficie per un investimento pubblico di 20milioni di euro.

Il progetto del Padiglione della Francia all'Expo 2015 è di un team di studi di architettura. A concepirlo: XTU Architectes, ALN Atelien Architecture e lo studio Adelin Rispal, in collaborazione con studi tecnici specializzati in acustica, nello sviluppo di contenuti multimediali ed in lighting design. A costruirlo una quindicina di imprese francesi, italiane e tedesche.

A rappresentare la Francia all'evento universale, sarà un grande padiglione in legno, con 3,6mila metri quadri di superficie per un investimento pubblico di 20milioni di euro. Come gli altri padiglioni nazionali, darà il suo contributo allo sviluppo del tema: «Nutrire il Pianeta. Energia per la vita».

 La struttura sarà costruita in legno del Jura, costituita da forme libere unite da assemblaggi completamente invisibili, e concepita per essere montata e smontata facilmente. La forma nasce da un'immagine tridimensionale: una porzione di terreno con rilievi e depressioni, sezionata e ribaltata al suolo, che mostra dunque al suo interno un susseguirsi si concavità e convessità. Un'architettura «nuda ed essenziale».

Grande attenzione anche all'utilizzo di sistemi passivi dell'architettura bioclimatica: l'edifico è a basso consumo di energia e punta sulla ventilazione ed il raffreddamento naturali.

Il percorso si svilupperà prime attraverso un giardino labirintico e lussurioso, che rappresenterà la diversità e la successione dei paesaggi delle diverse regioni francesi, e poi si entrerà all'interno della struttura, accolti dai pilastri della grande volta, e da esperienze materiali, olfattive, ricevendo informazioni varie, di interesse nazionale e globale.

web alimentation.gouv.fr/milan-2015


Crediti

Architetti:
XTU Architectes (Anouk Legendre et Nicola Desmaziere)
ALN - ATELIEN ARCHITECTURE (Architecte Alix Afferni)

Scenografia
STUDIO ADELINE RISPAL (Adeline Rispal)

Contenuti multimediali
ALAIN DUPUY INNOVISION (Alain Dupuy)

Illuminazione e scenografia
LICHT KUNST LICHT (Andreas Schulz)

Studi tecnici
GRONTMIJ - Studio tecnico di ingegneria - Luc Bouilly
OASIIS - Studio tecnico ambientale - Frédéric Frusta
VIA SONORA - esperto di acustica - Bernard Delage
BECP INGÉNIERIE - Jean-Claude Peronnet

Imprese
CMC - COOP. MURATORI & CEMENTISTI DI RAVENNA - Roberto Leonardi
CMB - COOP. MURATORI E BRACCIANTI DI CARPI - Emiliano Cacioppo
SIMONIN SAS - Dominique Simonin

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito