Shuhei Endo. Paramodern architecture

mostra e lecture

Casabella invita alla mostra di modelli, foto, video e disegni originali delle architetture del giapponese Shuhei Endo, fondatore dell'omonimo Architect Institute. Inaugurazione il 16 giugno e lecture di Endo il 13 al Politecnico.Milano, 16 - 28 giugno 2014

Casabella invita alla mostra di modelli, foto, video e disegni originali delle architetture del giapponese Shuhei Endo, fondatore dell'omonimo Architect Institute. L'inaugurazione si terrà lunedì 16 giugno dalle ore 19 presso Casabella laboratorio in via Marco Polo a Milano. Il 13 giugno al Politecnico, sarà la volta, invece, di una lecture tenuta dallo stesso Endo.

Shuhei Endo secondo le parole di Hiroyuki Suzuki

Nel nostro XXI secolo Shuhei Endo continua a sviluppare quanto ha già realizzato e a creare architettura con un'ampiezza di vedute straordinaria e nuova. Utilizzando l'acciaio con grazia inattesa, ha creato forme d'espressione architettonica senza precedenti. Negli ultimi dieci anni, tuttavia, il suo mondo architettonico si è aperto a nuove possibilità.

In esempi specifici come questi è evidente come la qualità innovativa dell'architettura di Shuhei Endo sia concretamente collegata alla cultura e alle identità locali. La sua è una direzione radicalmente diversa da quella dell'International Style, che presuppone la globalizzazione. Allo stesso tempo, però, non ha nulla a che fare neppure con la nostalgia associata agli stili architettonici del passato. Shuhei Endo continua a perseguire le proprie forme d'espressione architettonica in modo originale. In questo senso è sempre, incessantemente, all'avanguardia.

La creatività architettonica di Endo non è frutto di un vagheggiamento nostalgico per la diversità, il luogo, la tradizione. La parola nostalgia trasmette un tranquillizzante senso di sicurezza; per usare un'espressione di moda, possiede una sorta di "potere curativo". Nel suo valorizzare le emozioni autenticamente umane, è innegabilmente collegata all'amore per ciò che di buono e antico si trova nella tradizione. Tuttavia la storia universalmente accettata grazie a questo senso di nostalgia non è altro che quella che ribadisce lo status quo. Chi nutre tanta ammirazione per le care vecchie tradizioni è incline a cadere nella trappola del mero conservatorismo, riaffermando lo status quo e non mettendo mai in discussione il futuro.

Invece la struttura aperta dell'architettura di Endo consente alla sua opera di evitare la trappola del conservatorismo nostalgico e rimanere saldamente attaccata al presente.

Spostando la natura dell'architettura dallo spazio al luogo, dall'uniformità alla diversità, dall'universalità all'individualità, Shuhei Endo continua ad ampliare le potenzialità dell'architettura contemporanea. Quale sarà il suo prossimo passo? [Hiroyuki Suzuki].

La mostra è organizzata in occasione della pubblicazione del volume Architettura paramoderna Shuhei Endo con saggi di Hiroyuki Suzuki, Frédéric Migayrou edito da Electa.

Inaugurazione lunedì 16 giugno 2014 dalle ore 19
presso Casabella laboratorio via Marco Polo 13 20124 Milano.

Periodo espositivo: dal 16 al 28 giugno 2014 / martedì-venerdì 16-20 / sabato 12-20.

Shuhei Endo. Open lecture venerdì 13 giugno 2014 alle ore 14.30
presso il Politecnico di Milano - Campus Bovisa, via Durando 10 20158 Milano.

gallery manager Carlotta Tonon / grafica e comunicazione visiva Tassinari-Vetta / progettisti Endo Shuhei, Endo Aoi, Houri Aya, Fujii Yusuke, Umezu Yuka, Hatakeyama Naoya, Murasato Megumi / visual design Fujiwaki Design / modelli Yoshida Kazuo Atelier Doi Tomohiro - TRIAD Inc. SAS ÅrchitectStudio / fotografie Stirling Elmendorf Matsumura Yoshiharu Kitajima Toshiharau Ono Tsuyoshi.

con la collaborazione di Consolato Generale del Giappone a Milano; Architectural Design Association of Nippon; Paramodern Architect exhibition 2014 EU executive committee; Architects Studio Japan Inc.


Shuhei Endo

è nato a Shiga in Giappone nel 1960. Ha conseguito la laurea presso l'Università delle Arti della città di Kyoto nel 1986 e nel 1988 ha fondato il Shuhei Endo Architect Institute. Ha insegnato alla Salzburg Summer Academy nel 2004, alla Northeastern University, alla Tianjin University dal 2012 come guest professor ed è professore presso la Graduate School University di Kobe.

Endo ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra i quali il «Third Millennium International competition of ideas» alla settima Biennale di Venezia per il Springtecure H nel 2000, il «new face award of Minister of Education Award for Fine Arts» in Giappone per Rooftecture T nel 2002, l'«Architecture Exhibition Special Award» alla nona Biennale di Venezia per il Springtecture B nel 2004, l'«Arcasia award Gold medal» in Sri Lanka per Rooftecture C nel 2007, l'«IOC/IAKS Award 2011», l'«IPC/IAKS Distinction 2011» per Slowtecture M nel 2011.

Alcuni suoi lavori sono parti di collezioni: Springtecture A, Rooftecture M e Springtecture Orleans sono in esposizione presso il FRAC Centre di Orleans dal 2000-2001, Springtecture B presso il Pompidou Centre di Parigi dal 2006, Rooftecture S presso il Deutsches Architekturmuseum di Francoforte.

 

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito