Il restauro protagonista degli "stati generali" a Firenze

incontri di aggiornamento professionale sul restauro dell'architettura moderna

L'Ordine e la Fondazione degli Architetti di Firenze, con Assorestauro e Rfi - Gruppo Ferrovie dello Stato, organizzano un ciclo di incontri dedicato al restauro nell'architettura moderna. Al convegno inaugurale "Il cantiere di restauro dell'architettura moderna" intervengono Giovanni Carbonara e Mario Cucinella.Firenze, 22 e 23 settembre; 14 e 15 ottobre; 4 e 5 novembre 2016

Nell'ambito dell'iniziativa dal titolo "Il restauro dell'architettura moderna: come e perché", l'Ordine e la Fondazione degli Architetti di Firenze, con Assorestauro - associazione italiana per il restauro architettonico, artistico e urbano e Rfi - Gruppo Ferrovie dello Stato, organizzano gli "stati generali" del restauro sull'architettura moderna.

Si tratta di un ciclo di appuntamenti che si aprirà giovedì 22 settembre con un convegno di presentazione e proseguirà fino al 5 novembre. Sono cinque gli incontri formativi riservati ai professionisti per i professionisti del settore, che sono invitati a partecipare a lezioni teoriche e workshop per fare il punto sulle modalità di approccio e le procedure relative agli interventi di restauro e conservazione su edifici di architettura moderna.

La location scelta per gli eventi è la Palazzina Reale della Stazione di Santa Maria Novella a Firenze progettata da Giovanni Michelucci, che sarà anche oggetto di un laboratorio progettuale.

I temi

Saranno affrontati tutti gli aspetti che dai principi teorici portano alla pratica in un contesto contemporaneo in cui l'architettura moderna è riconosciuta come un patrimonio di tutelare.

Si parlerà dei materiali e delle strutture, elementi fondamentali nella progettazione di un restauro adeguato. Saranno esposte le tecnologie più avanzate attraverso la sperimentazione, in occasione del workshop, delle indagini georadar e termografiche delle strutture in cemento armato. Si terranno laboratori sul miglioramento antisismico delle opere in muratura e si analizzeranno i metodi di pulizia con sistemi laser e aerei.

Gli appuntamenti

Giovedì 22 settembre 2016 si terrà il convegno inaugurale che, tra gli ospiti, annovererà la presenza di Giovanni Carbonara, teorico e studioso del restauro architettonico tra i più noti d'Italia, e l'architetto Mario Cucinella

Durante l'evento sarà effettuato un excursus sui temi connessi al processo del restauro nell'architettura moderna, andando dalla normativa all'ingegneria strutturale.

Carbonara sarà protagonista dell'intervento "Perché restaurare il moderno?". Cucinella interverrà sulla riflessione dal titolo "Un approccio innovativo verso il recupero dell'architettura moderna".

Il 23 settembre è in programma il primo modulo del ciclo formativo, dedicato al progetto di restauro e alla conoscenza degli aspetti di degrado delle superfici e di dissesto delle strutture.

Interverranno, tra gli altri, il professor Paolo Faccio dell'Università Iuav di Venezia, che esporrà il caso del restauro della Tomba Brion di Carlo Scarpa a San Vito di Altivole (Treviso), l'architetto Benedicte Gandine della Fondazione Le Corbusier, che parlerà della conservazione delle opere del maestro del Movimento Moderno, e l'architetto Fabrizio Falli di Rfi, che introdurrà il progetto di recupero della Centrale termica di Angiolo Mazzoni .

Il successivo appuntamento è fissato per i giorni del 14 e 15 ottobre, date durante le quali si svolgerà il workshop. La prima parte sarà dedicata alla conoscenza del monumento, la seconda, di carattere pratico, agirà direttamente sulla Palazzina Reale e sulla Centrale termica.

Il ciclo di incontri si concluderà nelle giornate del 4 e 5 novembre, durante le quali si porrà l'attenzione sugli interventi di restauro veri e propri, parlando di pulitura e consolidamento con verifiche ed esperienze pratiche effettuate tra la Palazzina e la Centrale.

Partecipazione

L'iniziativa è aperta a tutti i professionisti, architetti, ingegneri e docenti universitari, ma anche istituzioni e aziende attive nel settore.

La partecipazione agli eventi è limitata a un numero massimo di 150 partecipanti.

Iscrizione e costi

I professionisti che intendono iscriversi agli eventi devono accedere ai siti internet www.ordinearchitetti.fi.it e www.fondazionearchitettifirenze.it.

I partecipanti potranno scegliere a quali eventi partecipare provvedendo alle iscrizioni e versando la quota di partecipazione secondo il seguente schema:

CFP

Il corso prevede il il riconoscimento di 22 CFP totali per architetti e saranno così ripartiti tra i diversi eventi:

Appuntamento

Palazzina Reale, piazza della Stazione 50, Firenze

Programma

Informazioni

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito