Premio Federico Maggia 2019. Visioni e Cambiamento, giovani progettisti fabbricano idee

concorso di idee under 30

Sono aperte le candidature per partecipare alla VII edizione del concorso nazionale di architettura indetto dalla Fondazione Sella Onlus con l'OAPPC e l'Ordine degli ingegneri della Provincia di Biella. Saranno selezionati 10 finalisti che si confronteranno su progetti architettonici di recupero e sviluppo del territorio biellese.Candidature entro il 18 maggio 2019

La Fondazione Sella Onlus, con l'OAPPC e l'Ordine degli ingegneri della Provincia di Biella, ha aperto le iscrizioni per candidarsi a partecipare al Premio Federico Maggia 2019, il concorso nazionale di architettura per under 30 che promuove, a cadenza biennale, nuovi progetti architettonici di recupero e sviluppo nel territorio biellese.

La nuova edizione, dal titolo "Visioni e Cambiamento. Giovani progettisti fabbricano idee" si estende capillarmente ai confini provinciali, stimolando e mettendo a confronto i giovani progettisti sulla progettazioni di spazi esistenti che riattivino il processo di sviluppo socioeconomico della regione.

Per favorire un collegamento più stretto tra le finalità del Premio e il territorio, è stato introdotto un sistema partecipativo per la scelta degli ambiti di intervento: gli edifici saranno individuati e proposti da soggetti esterni tramite un avviso pubblico o in alternativa indicati dagli stessi concorrenti ammessi alla selezione.

I 10 finalisti che parteciperanno al concorso, selezionati sulla base di un dossier di candidatura, sceglieranno poi l'oggetto di studio sul quale intendono svolgere il proprio lavoro. L'insieme dei progetti sarà esposto da metà settembre fino al 4 novembre 2019 in una mostra collettiva all'interno del Lanificio Maurizio Sella a Biella.


Edizione 2015, installazione del team Concreto (Gregorio Pecorelli / Andrea Bellincampi / Gianluca Canzini / Alberto Pizzoli)

Partecipazione

Il Premio è riservato ai laureati nelle facoltà di Ingegneria e Architettura (laurea magistrale o breve), residenti in Italia, nati dopo il 5 maggio 1989.
È ammessa la partecipazione in gruppi formati da due a quattro partecipanti, uno dei quali può non disporre del requisito della laurea.

Iscrizione

Per partecipare alla preselezione è necessario inviare la documentazione espressa nel bando all'indirizzo di posta PEC premiofedericomaggia@pec.actalis.it entro e non oltre le ore 24.00 del giorno 18 maggio 2019 .

Premi

Giuria

Maggiori informazioni:
www.premiofedericomaggia.it

aggiornamento 31.05.2019
ECCO I 10 FINALISTI E I 6 AMBITI DI INTERVENTO
Bazzoni Gloria - Di Teodoro Marco - D'Ottavi Sara - Mazzamurro Matteo / Comi Serena - Baldi Gino Vacum / Studio SuperSpatial (Gullo Matteo / Govi Andrea / La Marca Antonio) / Marini Michele - Delgrosso Daniele - Livetti Claudio / Mellini Matilde - Amodio Marino / Atelier Remoto (Monacelli Lara / Merz Valentina Atelier) / Morandi Marco - De Marchi Mattia / Nicli Enrico - Longo Andrea - Silenzi Anna / Studio Biro+ (Paterno Giuseppina / Bifone Luca / Martielli Daniela / Suaria Francesca) / Quadrato Vito - De Venuto Tiziano - Miccoli Andrea - Tupputi Giuseppe sono i nomi dei 10 gruppi di progettisti under 30 selezionati per la seconda fase della terza edizione nazionale del Premio biennale intitolato alla memoria dell'ingegnere architetto biellese Federico Maggia.

Il premio è bandito dalla Fondazione Sella Onlus, con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Biella. L'edizione 2019 del Premio intende promuovere in virtuoso e più stretto collegamento tra il premio e il territorio biellese e ha quindi introdotto un sistema partecipativo per la scelta degli ambiti di intervento.

Le sei aree di intervento selezionate tramite avviso pubblico sono:
- Lanificio Ubertino Silvio (Via Quintino Sella 4, Lessona)
- Ex Filatura Simon (Via Santuario d'Oropa 162, Biella)
- Ex Lanificio Pria (Via Ogliaro 5, Biella)
- Complesso industriale Yukon (Strada Trossi 18, Verrone)
- Lanificio Al Bivio (Vegliomosso)
- Villaggio Operaio Poma (Miagliano)

I progettisti saranno invitati a Biella il 7 giugno alla Conferenza Stampa in cui verranno presentati i gruppi concorrenti e le sei aree di intervento. Nei mesi successivi svilupperanno le loro 10 proposte in stretto dialogo con il curatore dell'edizione 2019 del Premio, Gian Luca Bazzan.

I lavori saranno poi valutati dalla giuria, presieduta dall'architetto Mario Botta, e composta da Nino Cerruti (stilista e presidente di Lanificio Cerruti), Yves Nacher (direttore del forum d'Urbanisme et d'Architecture di Nizza), Gianni Massa (vice presidente vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri), Marina Salamon (imprenditrice) e Marco Trisciuoglio (docente Politecnico di Torino), assegnerà il Premio Maggia 2019 del valore di 10.000 euro e due menzioni.

Calendario
7 giugno: Conferenza Stampa e presentazione delle aree di intervento
10 giugno-5 luglio: periodo di raccolta quesiti telematici
10 luglio: risposte ai quesiti telematici
14 settembre-22 settembre: allestimento mostra
3 ottobre: proclamazione del vincitore, premiazione e inaugurazione della mostra
4 novembre: chiusura della mostra 

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito