Milano in Crescita: svelate le nuove scuole Scialoia e Pizzigoni, tra giardini sui tetti e terrazze verdi

vincono MoDus Architects e MiR_architettura

Progetti nel verde, aperti al territorio e accoglienti per gli studenti che li abiteranno è quanto proposto da MoDus Architects e MiR_architettura vincitori rispettivamente del concorso per il polo scolastico Scialoia e della nuova scuola media di via Pizzigoni, banditi dal Comune di Milano nel giugno scorso.

Progetti nel verde, aperti al territorio e accoglienti per gli studenti che li abiteranno, sono questi i tratti distintivi dei vincitori dei due concorsi indetti dal Comune di Milano per la realizzazione del polo scolastico Scialoia e della nuova scuola media di via Pizzigoni nella periferia nord della città.

MoDus Architects vince nel sito di Scialoia, per un premio totale di 70.000 euro, proponendo una "scuola parco" immersa nel verde e composta da edifici dalle forme morbide e tondeggianti con tetti-giardino in cui imparare, giocare e rilassarsi.
Si tratta di un'ulteriore conferma nel campo dell'edilizia scolastica per lo studio con base a Bressanone fondato da Sandy Attia e Matteo Scagnol che con il polo per l'infanzia "Firmian" a Bolzano era già stato selezionato dal MiBACT tra i migliori esempi di strutture scolastiche alla 14a Biennale di Venezia.

MiR_architettura vince invece nel sito Pizzigoni, per un premio totale di 40.000 euro, proponendo una scuola aperta al territorio, strutturata intorno ad un sistema di terrazze che diventano laboratori en plein air e grandi vetrate che collegano ogni aula al giardino interno.
Una proposta che rispecchia la sensibilità al progetto dello spazio pubblico che caratterizza il lavoro dello studio di Giusi Bellapadrona e Andrea Dolci, autori tra gli altri della riqualificazione di Piazza A. De Gasperi a Bagnoregio (Viterbo), selezionata per il Padiglione Italia "Arcipelago" curato da Mario Cucinella all 16. Biennale di Venezia.

"I due progetti vincitori, che ora saranno un modello per tutte le future progettazioni - dichiara l'assessora all'Educazione Laura Galimberti - hanno colto in pieno la suggestione di proporre spazi aperti al territorio che fossero allo stesso tempo educativi e accoglienti per i bambini e i ragazzi, che qui passano la maggior parte della loro giornata".

Polo Scialoia, la "scuola parco" di MoDus Architects

Un progetto all'insegna del verde quello proposto da MoDus Architects per il Polo Scialoia, una "scuola parco" composta da edifici dalle forme morbide e tondeggianti con tetti-giardino che diventano aule o spazi per il gioco ed un impianto planimetrico che lascia al verde attrezzato oltre due terzi della sua superficie totale (31mila mq).

Come in un "arcipelago di pietre preziose" gli edifici si susseguono seguendo la crescita del bambino - Nido e Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado - dando vita ad un paesaggio di apprendimento fondato sull'esperienza del quotidiano, sul vissuto e sul senso di appartenenza alla comunità.

Ogni plesso è collegato all'altro attraverso percorsi coperti con pensiline che definiscono anche possibili spazi di lavoro, mentre una pista ciclopedonale unirà auditorium, biblioteca e palestre aperte a tutti.

Inoltre le strade di accesso al nuovo polo scolastico (via Candoglia, via Semplicità, via Trevi) avranno percorsi sicuri, parcheggio ridotto e illuminazione notturna adeguata. 

+ info sui vincitori:
www.scuolascialoia.concorrimi.it

Classifica

Scuola Pizzigoni di MiR_architettura tra socialità e apertura al territorio

Fondato su una modularità chiara, il progetto di MiR_architettura propone per la scuola Pizzigoni una struttura capace di assumere configurazioni diverse per gli spazi didattici e quelli di relazione, definendo luoghi per l'incontro e la socializzazione scolastica e non solo.

L'area occupa una superficie di circa 9mila mq che ospiterà, oltre alla scuola, un auditorium, una palestra, un giardino e una terrazza-giardino utilizzabili anche in orario extra scolastico e tutto un sistema di spazi pubblici riqualificati secondo il concetto dei "giardini condivisi", piantando nuovi alberi, cespugli, arbusti e prati.

Pensata seguendo le indicazioni metodologiche della scuola innovativa, inclusiva e sostenibile, il complesso scolastico ospita al piano terra la mensa, l'auditorium, la biblioteca, la palestra, la sala professori e gli uffici amministrativi, mentre il primo e il secondo livello aule e laboratori.

La sua struttura prevede che ad ogni piano, gli spazi di connessione si caratterizzino da una zona di aggregazione centrale e che tutte le aule si aprano sul giardino attraverso grandi pareti vetrate.

Infine un sistema di tre terrazze definisce la gerarchia degli spazi di condivisione, quella al primo piano è pensata per il tempo libero e i laboratori all'aperto, quella del secondo è suddivisa in un giardino, uno spazio per piccoli concerti e una zona informale, mentre la terrazza sul tetto, accessibile anche in orari extra-scolastici, prevede una pista d'atletica, una gradinata circolare e alberi.

+ info sui vincitori:
www.scuolapizzigoni.concorrimi.it

Classifica

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito