Ricostruzione privata in Centro Italia: in Gu l'ordinanza che regola l'anticipazione degli onorari ai professionisti

L'ordinanza regola il pagamento del 50 per cento degli onorari ai tecnici e ai professionisti incaricati della predisposizione dei progetti per la ricostruzione privata.

È stata pubblicata in Gazzetta ufficiale l'ordinanza (n. 94) del commissario per la ricostruzione del Centro Italia, Giovanni Legnini, che va a regolare le tempistiche e i criteri per l'ottenimento, da parte dei professionisti, dell'anticipazione delle spese tecniche per la progettazione di interventi sull'edilizia privata nei territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24 agosto 2016.

L'ordinanza - che era già stata pubblicata sul sito del Commissario straordinario - dà attuazione a una norma di legge e prevede dunque il pagamento del 50 per cento degli onorari ai tecnici e ai professionisti incaricati della predisposizione dei progetti, dando priorità alle domande di contributo già presentate.

Si tratta, più nel dettaglio delle regole che stabiliscono in che modo ottenere l'anticipazione delle spese legate alla presentazione del progetto di riparazione con rafforzamento locale o ripristino con miglioramento sismico o demolizione e ricostruzione, di edifici ubicati nei comuni del cosiddetto «cratere» (ossia i comuni danneggiati dai terremoti che hanno colpito il Centro Italia, il cui elenco è specificato all'articolo 1 del Dl 189 del 2016).

Ordinanza n. 94 

Richieste di anticipazione anche per domande di contributo già presentate

La richiesta di concessione ed erogazione dell'anticipazione per le spese tecniche per la progettazione avviene nell'ambito della domanda di contributo. L'anticipazione viene erogata dall'Ufficio speciale per la ricostruzione competente, previa verifica della documentazione, in base all'importo delle spese sostenute e documentate mediante le fatture. Gli importi richiesti sono erogati sul conto corrente dedicato indicato dai professionisti.

Le richieste di anticipazione possono essere presentate anche in relazione alle domande di contributo caricate, prima dell'entrata in vigore dell'ordinanza 94, nella piattaforma informatica messa a disposizione dal Commissario, per le quali non sia stato adottato il provvedimento di concessione del contributo.

L'ipotesi di dichiarazioni mendaci

Nei casi in cui l'importo dichiarato dal professionista sia superiore al contributo ammissibile e si configuri l'ipotesi di dichiarazione dolosamente mendace, l'Ufficio speciale ricostruzione trasmette gli atti alla Procura della Repubblica territorialmente competente per gli adempimenti conseguenti.

I modelli per la richiesta

I modelli per la richiesta dell'anticipazione sono pubblicati sul sito del Commissario straordinario, nella sezione "modulistica" (sisma2016.gov.it/modulistica/).

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito