Ar_Co. Il distanziamento sociale diventa luminoso con il progetto dello studio M3 Progetti

Ripensare gli spazi, garantire il distanziamento sociale, evitare le barriere. Nato da un'attenta analisi urbana, Ar_Co, il progetto firmato dal giovane studio M3 Progetti, è un oggetto di design minimale e luminoso che consente di ridistribuire lo spazio favorendo allo stesso tempo la condivisione e la collettività.

Una ricerca sul concetto di distanziamento sociale, ripensato come unione e non divisione dei rapporti umani: si tratta del progetto firmato dallo studio M3 Progetti, giovane realtà multidisciplinare con sede ad Ancona composta da Alberto MammoliGiammario VolatiliFrancesca Di Paolo, Gaia MangiaterraStefano MaccaroniVirginia Fabbrini.

Il risultato si chiama Ar_CO, e contiene al suo interno i concetti di condivisione e collettività, pensato come sistema di elementi divisori da terra per ordinare lo spazio.

Un progetto nato dalla domanda sul futuro dei centri urbani e sui processi di trasformazione graduale dei paesaggi minimi dell'abitare, tutti quegli spazi aperti pubblici necessari per il benessere individuale e collettivo dei cittadini, come piazzette, parchi di quartiere, giardini ecc.

Si tratta di luoghi che rispondono ai bisogni e ai desideri dell'abitare urbano, fondamentali nell'ottica dell'era post covid, che manderà probabilmente in crisi i grandi spazi di aggregazione a favore di quelli aperti, destinati ad avere la funzione di addensatori sociali.

Dall'analisi urbana al design luminoso

Ponendosi come un segno effimero finalizzato al miglioramento della qualità dell'abitare collettivo, il progetto nasce da un'analisi urbana degli spazi e dei servizi, a cui segue l'individuazione dei vuoti urbani con apposta una griglia spaziale infinita, strategia concettuale utile per riorganizzare gli spazi per le aggregazioni urbane, evitando assembramenti e garantendo agli utenti le opportune distanze di sicurezza.

Utilizzabile sia all'esterno che all'interno di locali e abitazioni, Ar_Co presenta un design essenziale, composto da due basamenti metallici collegati, appunto, da un arco. Con un diametro di 2,10 m e un'altezza di 1,20 m, l'oggetto è pensato per illuminare l'ambiente attraverso una luce posizionata nel suo intradosso.

Attualmente Ar_Co è un brevetto registrato. Il primo esperimento spaziale ha portato all'allestimento di una vetrina al centro di Civitanova Marche, catturando la curiosità dei passanti attraverso un racconto video dell'evoluzione del progetto.

L'allestimento rimarrà visibile per tutto il mese di giugno. 

Concept

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito