Milano Arch Week 2020. Prospettive femminili e nuove strategie di ripresa nell'edizione post Covid-19

con Odile Decq, Izaskun Chinchilla, Elizabeth Diller, Anupama Kunde e Momoyo Kaijima

Torna finalmente, nel mese di settembre, la Milano Arch Week, che nella sua quarta edizione, tra lecture e workshop, mette al centro del discorso la prospettiva femminile sullo spazio. L'obiettivo è quello di indagare potenzialità e limiti rispetto alle sfide epocali del nostro presente, con un approfondimento sulle strategie di ripresa post pandemia.Milano, 18 - 20 settembre 2020

Dopo la maratona digitale del mese di maggio, dal 18 al 20 settembre la Milano Arch Week torna finalmente in dimensione live nelle sedi della Triennale Milano, del Politecnico e della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Giunta alla sua IV edizione, quest'anno la manifestazione dedicata all'architettura, alle trasformazioni urbane, agli spazi di cittadinanza e al futuro delle città mette al centro la prospettiva femminile sullo spazio - urbano e non - per indagare potenzialità e limiti rispetto alle sfide epocali del nostro presente.

Dall'emergenza sanitaria alla crisi climatica, dalla presenza sempre più pervasiva della tecnologia alla trasformazione degli spazi e dei luoghi dove crescere, delle forme di cittadinanza e di comunità, l'obiettivo è quello di far emergere esperienze e progetti provenienti da tutto il mondo filtrati attraverso gli occhi e le prospettive delle progettiste donne.

Una tre giorni di incontri in cui architetti, urbanisti, ricercatori e progettisti italiani saranno coinvolti in workshop, lecture, dialoghi e itinerari, suddivisi nelle sedi della manifestazione.

Tra gli ospiti confermati - che includono alcune delle grandi protagoniste dell'architettura internazionale - Izaskun Chinchilla (Spagna), Odile Decq (Francia), Elizabeth Diller (Diller Scofidio + Renfro, USA), Anupama Kundoo (India), Momoyo Kaijima (Atelier Bow-Wow, Giappone), Arjun Appadurai (New York University, USA) che terranno delle lecture in live streaming.

E poi ancora la lectio magistralis di Juan Navarro Baldeweg - protagonista indiscusso della scuola madrilena e spagnola. 

Il programma completo con tutti gli ospiti e gli appuntamenti di Milano Arch Week verrà annunciato a settembre.

Milano Arch Week Extra

Oltre ai consueti appuntamenti quest'anno la Milano Arch Week si arricchirà di una serie di incontri sulla Strategia di adattamento Milano 2020, per approfondire lo scenario della ripartenza della città di Milano attraverso le proposte di azioni - immediate o da programmare nel post Covid-19 all'interno del più ampio programma di Milano Urban Center - Idee per Milano 2020, condotti da Lorenza Baroncelli, direttore artistico di Triennale Milano.

i gruppi vincitori della call Urban Factor di Milano Urban Center: 100 Public Spaces for Milan, Sex & the City, Mobility As Urban Factor, Mega-events and the City, Pops Up, Nudge In, I Ching di CheFare, Scuola Patrimonio Urbano, Osservatorio Natura Italia, Città Ex Post, Milano Versus, Nel Perimetro, Hacking Monuments.

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito