Valorizzazione dell'area archeologica di Tindari

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

La Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina, in collaborazione con il Parco Archeologico di Tindari, ha bandito un concorso di progettazione al fine di individuare la soluzione progettuale più idonea per l'intervento di riqualificazione e valorizzazione dell'area archeologica e dell'Antiquarium di Tindari.Consegna 1a fase entro il 17 novembre 2020

La Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina, in collaborazione con il Parco Archeologico di Tindari, ha bandito un concorso di progettazione al fine di individuare la soluzione progettuale più idonea per l'intervento di riqualificazione e valorizzazione dell'area archeologica e dell'Antiquarium di Tindari.

L'area oggetto dell'intervento si trova sulla sommità del promontorio roccioso sovrastante il golfo di Patti in contatto visuale con le isole Eolie e con l'entroterra. Grazie a questa posizione strategica, connessa agli aspetti naturali, paesaggistici e culturali, contiene in sé un potenziale di sviluppo turistico importante per il territorio, ma attualmente è lasciata fuori dal circuito attrattivo organizzato tanto da non costituire un elemento di richiamo per il visitatore.

Le proposte dovranno essere finalizzate nel creare le condizioni e gli strumenti, coerentemente con le finalità di valorizzazione, promozione e tutela del patrimonio culturale, per un ampliamento delle potenzialità attrattive del sito nel sistema turistico regionale, nazionale e internazionale, unitamente ad un articolato e diffuso processo di promozione socio-culturale del più ampio territorio di riferimento.

I progetti dovranno riguardare: • l'ampliamento dello spazio espositivo dell'Antiquarium e il relativo allestimento; • la realizzazione di spazi espositivi per mostre ed eventi temporanei; • gli interventi e sussidi per la riqualificazione dei percorsi di visita; • gli spazi di servizio per le attività teatrali; • i volumi tecnici e di servizio; • il rinnovo, ampliamento e nuova realizzazione di reti di impianti.

Si richiede inoltre un processo di approfondimento progettuale attraverso la ricerca di un linguaggio rigoroso e attento ai rapporti spaziali tra paesaggio, testimonianze archeologiche e morfologia dei luoghi, tenendo conto in particolare dell'importanza storico-archeologica del contesto in cui si opererà.

Il costo complessivo di realizzazione delle opere è stimato in Euro 3.392.269,35 al netto dell'I.V.A., comprensivo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso d'asta. Tale importo deve essere ritenuto limite massimo e non deve essere superato nell'elaborazione del progetto definitivo.

Tindari | panoramica del Teatro, della Basilica e del decumanus superiore

Procedura concorsuale

Per il concorso di progettazione è stata scelta la procedura aperta, in forma anonima e in due fasi ai sensi dell'art. 154, comma 5 del D.Lgs. 18 aprile 2016 n. 50 e ss.mm.ii.

Nella prima fase i concorrenti dovranno presentare delle proposte progettuali definite a livello di progetto di fattibilità tecnica ed economica, da elaborare in coerenza ai contenuti di cui al D.I.S.A., che permetta alla commissione giudicatrice di riconoscere il concetto architettonico che il partecipante vuole proporre. La seconda fase, avente ad oggetto la presentazione del progetto definitivo, si svolgerà tra i 5 cinque concorrenti individuati attraverso la valutazione delle proposte progettuali presentate nella prima fase e selezionate senza formazione di graduatorie di merito e assegnazione di premi.

Entrambe le fasi del concorso di progettazione si svolgeranno in forma anonima e l'anonimato sarà garantito mediante l'utilizzo di codici alfanumerici di identificazione.

Premi

Il progetto aggiudicatario sarà successivamente posto in gara, attraverso un appalto congiunto per la progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori, con vincolo di affidamento di tale progettazione al vincitore del presente concorso, da parte dell'impresa aggiudicataria, mentre la Direzione dei Lavori sarà curata dalla Stazione Appaltante.

Bando e documentazione
soprintendenzabbccaamessina.it/tindari

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito