Nuovo polo scolastico a Bevagna, è il team di Mario Buonamici a convincere la giuria, primo classificato tra 128 partecipanti

Con i suoi tre volumi, una grande piazza aperta alla cittadinanza e gli spazi verdi per la fruizione pedonale e ciclabile, il nuovo polo scolastico Sant'Anna punta a diventare un nodo cruciale generatore di socialità e integrazione all'interno di un'area attualmente sconnessa dal tessuto urbano circostante.

Hanno partecipato in tanti ma è il gruppo di Mario Buonamici di San Giuliano Terme (PI) ad aggiudicarsi il primo premio del concorso di progettazione - indetto dal Comune di Bevagna (PG) lo scorso marzo - per la realizzazione del nuovo polo scolastico Sant'Anna.

La soluzione di Buonamici convince la giuria - presieduta da Giuseppe Imbesi professore ordinario di Urbanistica della Sapienza Università di Roma - perchè "bilancia il rapporto tra spazio costruito e gli spazi aperti e si inserisce nel paesaggio locale quale elemento di riferimento riconoscibile anche se non invasivo. Riesce a sviluppare il programma funzionale e compositivo offrendo un nuovo spazio di integrazione sociale generatore di comunità comunque assolvendo pienamente alla funzione pedagogica. Affronta una serie di aspetti rilevanti da un punto di vista della sostenibilità e efficienza ambientale e sicurezza sismica". 

Così, rispondendo da un lato all'esigenza di spazio educativo, dall'altro alla valorizzazione del contesto paesaggistico in cui è situato, il progetto punta a divenire elemento ordinatore all'interno di un'area in espansione, come fulcro attrattore della città in evoluzione. 

Da scuola a spazio di socializzazione e inclusione per la cittadinanza

A ricoprire il ruolo di cerniera tra polo scolastico e tessuto urbano circostante - in corrispondenza dell'area di espansione del tessuto edilizio - è la nuova piazza pubblica su via Sant'Anna, pensata come un centro di socializzazione e inclusione aperto alla città che rafforza l'idea della scuola come nuovo spazio di integrazione sociale generatore di comunità.

Il grande spazio pubblico si pone, infatti, come trama connettiva tra tutte le aree esterne del lotto, caratterizzate da percorsi pavimentati e a verde che favorisce e potenzia, allo stesso tempo, la mobilità ciclabile.

Dal punto di vista formale, il nuovo complesso si compone di tre volumi organizzati su livelli sfalsati che seguono puntualmente l'andamento morfologico del terreno. La grande copertura inclinata, disposta parallelamente a via Sant'Anna, appare come una vela sorretta da un sistema di pilastri in acciaio colorato di verde, la cui alternanza in facciata permette di filtrare l'illuminazione naturale all'interno.

Oltre a proteggere i volumi della scuola e quello dell'auditorium e della palestra, l'imponente copertura orienta la vista verso il grande portale d'ingresso, punto identificativo del plesso scolastico che dà accesso alle varie strutture.

CREDITI DI PROGETTO

Inserito in un'area attualmente sconnessa dal restante tessuto urbano, spazio rurale di scarsa densità abitativa in posizione periferica rispetto al centro cittadino, il nuovo polo scolastico, con scuola di infanzia, primaria e secondaria di 1° grado, rientra nel vasto progetto urbanistico del quartiere di Sant'Anna e dei nuclei minori legati alle direttrici delle vie Flaminia e Perugina.

Ente banditore: Comune di Bevagna (PG)
Anno: 2020
Gruppo di progettazione Mario Buonamici_Architettura con ing. Claudio Brogi, geol. Tiziana Pugliesi, ing. Elisa Pistelli, P.I. Roberto Gonnelli, geom. Francesco Pallavicini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito