Consultazione delle planimetrie catastali estesa ai collaboratori

Pubblicato il provvedimento del direttore dell'AdE con le nuove modalità di accesso al sistema telematico

I professionisti abilitati alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale potranno consultare le planimetrie anche delegando l'accesso ad un proprio collaboratore che dovrà essere abilitato al servizio.

I professionisti abilitati alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale potranno consultare le planimetrie anche delegando l'accesso al sistema telematico ad un proprio collaboratore che dovrà essere abilitato al servizio. Inoltre, la consultazione è allargata a tutti gli atti o attività concernenti l'immobile, purché insiti nell'incarico ricevuto dal professionista.

A stabilirlo è il provvedimento n. 41910/2021 del direttore dell'amministrazione finanziaria. Le nuove modalità di accesso al servizio devono, però, essere attivate attraverso un comunicato del direttore delle Entrate.

Accesso del collaboratore con richiesta firmata digitalmente

Se il servizio di consultazione viene delegato dal professionista, il collaboratore deve sottoscrivere, con firma digitale, un'apposita richiesta attraverso l'accesso al sistema telematico dell'Agenzia.

Più nel dettaglio, il collaboratore dichiara di essere a conoscenza del fatto che il proprio delegante è un professionista abilitato alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale, incaricato - da parte di uno dei soggetti legittimati - della redazione di atti tecnici di aggiornamento del catasto edilizio urbano o di altri atti e attività riguardanti l'immobile.

Allo scadere della delega, i professionisti abilitati revocano l'accesso del collaboratore al sistema telematico per la consultazione delle planimetrie catastali. 

di Mariagrazia Barletta

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito