Il Mediterraneo, ovunque... nell'Orto Botanico di Palermo

concorso internazionale di idee rivolto a progettiste o team a prevalente partecipazione femminile

L'Orto Botanico di Palermo, insieme alla Fondazione Radicepura, ha lanciato un bando per il suo ampliamento ponendo al centro il ruolo della biodiversità e la valorizzazione del paesaggio del Mediterraneo. Le proposte dovranno prevedere diverse vegetazioni di macchia mediterranea e predisporre percorsi pedonali e ciclabili.consegna entro il 30 agosto 2021

L'Orto Botanico dell'Università di Palermo, insieme alla Fondazione Radicepura, ha lanciato il bando "Il Mediterraneo, ovunque" per dare vita a una nuova area verde nel grande giardino della città.

Con il concorso si intende esplorare la funzione sociale e culturale che l'Orto Botanico, realizzato 230 anni fa, dovrebbe ricoprire nel XXI secolo, ponendo al centro il ruolo della biodiversità e la valorizzazione del paesaggio del Mediterraneo. L'obiettivo è sensibilizzare il pubblico nei confronti della sua conservazione, mostrando la capacità di trasmettere, anche con forti emozioni visive, la necessità di mantenere viva la biodiversità del pianeta, ora che i modelli di sviluppo non sostenibile stanno mettendo a repentaglio molte specie vegetali e i loro habitat.

La nuova area, collocata tra la via Tiro a Segno, che la separa dal confine sud-orientale dell'Orto, e il corso del Fiume Oreto, sarà dedicata a Rosanna Pirajno, architetto e intellettuale appassionata, scomparsa nel 2018: per questa ragione il concorso si rivolge principalmente a singole professioniste o a team multidisciplinari con prevalente partecipazione femminile.

I progetti dovranno essere innovativi, attraenti, fruibili, e prevedere la presenza delle diverse vegetazioni di macchia mediterranea del mondo, con particolare attenzione alle specie endemiche e rare minacciate di estinzione della flora vascolare siciliana e della regione mediterranea. Sarà inoltre fondamentale catturare l'attenzione dei visitatori e illustrare in maniera chiara la loro idea e il loro messaggio.

La Call si inserisce nell'ambito di weTree, un progetto nazionale nato dall'incontro tra Resilientia Naturae e Rose Quadrate

Caratteristiche del progetto

Le proposte dovranno prevedere la presenza di delle diverse vegetazioni di macchia mediterranea del mondo, con particolare attenzione alle specie endemiche e/o rare minacciate di estinzione della flora vascolare siciliana e della regione mediterranea, nello specifico:

I progetti dovranno inoltre prevedere una serie di percorsi adeguatamente pavimentati e permeabili e percorsi carrabili per la manutenzione; un'area di sosta, inclusi arredi urbani e zone di riparo; una recinzione esterna di mitigazione del confine Est, tenendo conto di eventuali muri storici e meritevoli; una pista ciclopedonale, con almeno una corsia per direzione, coerente con il progetto del Comune di Palermo già oggetto di gara di progettazione.

A chi si rivolge

Possono partecipare singole professioniste o team con una prevalente partecipazione femminile - a firma di un capogruppo donna - di architetti del paesaggio, agronomi, garden designer, botanici, urbanisti, ingegneri e tutti coloro che abbiano le competenze per progettare e realizzare un giardino.

La selezione è aperta anche ad aziende, associazioni, cooperative, scuole ed università.

La Fondazione Radicepura incoraggia i partecipanti a formare team multidisciplinari. 

Premi

La progettista, o il team vincitore, riceverà un premio in denaro di 5.000 euro

Bando e documentazione
[ radicepurafestival.com ]

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito