The last genocide memorial. Un'architettura per le vittime di genocidio

concorso di idee by Bee Breeders

La piattaforma Bee Breeders invita i partecipanti a una nuova sfida per progettare un memoriale che onori tutte le vittime di genocidi nel corso della storia, con l'obiettivo di utilizzare l'architettura quale strumento per aiutare a comunicare questo tipo di tragedia. I progetti vincitori saranno presi in considerazione per essere realizzati.Iscrizioni early entro il 20 agosto | Consegna entro il 16 dicembre 2021

La piattaforma Bee Breeders, in collaborazione con la città di Brampton, Canada, la Brampton Tamil Association (BTA) e la Brampton Tamil Seniors Association (BTSA), invita i partecipanti a una nuova sfida per progettare un memoriale che onori tutte le vittime di genocidi nel corso della storia.

L'obiettivo è utilizzare l'architettura quale strumento per aiutare a comunicare questo tipo di tragedia, educando i visitatori a capire le cause di questi terribili eventi, il loro impatto sulle comunità e stimoli la sensibilità verso le persone che hanno perso la vita.

I progetti vincitori del concorso saranno presentati per essere presi in considerazione per la costruzione, quindi si dovrà tenere conto degli aspetti pratici per la realizzazione. Il memoriale dovrà avere 3,7 m di diametro e 5,5 metri di altezza.

Il numero di morti causati dal genocidio nel XX secolo ha raggiunto il suo apice durante la seconda guerra mondiale e l'Olocausto rimane uno dei momenti più bui della storia umana. Da allora, il numero di persone uccise nei genocidi è drasticamente diminuito, ma il numero di comunità ancora prese di mira specificamente per la loro etnia, religione o convinzioni politiche è rimasto abbastanza consistente.

Oggi il genocidio è considerato "una negazione del diritto all'esistenza di interi gruppi umani, poiché l'omicidio è la negazione del diritto alla vita dei singoli esseri umani". Nonostante questo, dopo la grande guerra si sono verificati nuovi episodi specie durante la comunizzazione dell'Europa orientale, la riforma agraria della Cina e la collettivizzazione cinese, così come i genocidi che hanno avuto luogo in Pakistan, Cambogia, Ruanda e Sri Lanka.

Chi può partecipare

Il concorso è aperto a tutti gli interessati al tema, senza necessità di qualifiche professionali. Le proposte potranno essere presentate singolarmente o in gruppi di massimo 4 partecipanti.

Iscrizione e costi

Premi

Il montepremi complessivo è di 10.000 euro, suddiviso in:

Bando
[ architecturecompetitions.com ]

Vedi anche...

Argomenti

Mobile Tools

Cerca nel sito